Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Prigioniera delle reti da pesca

Commovente: una manta chiede aiuto ai sub

I subacquei che esplorano le acque al largo della Costa Rica hanno recentemente avuto un incontro straordinario con una delle più maestose creature dell'oceano, che, in preda ad una situazione pericolosa per la sua vita, si è avvicinata come per chiedere il loro aiuto. Il gruppo era impegnato nell'immersione quando un'enorme manta apparve in lontananza, nuotando nella loro direzione. Come l'animale si avvicinava, i sub hanno notato che era impigliato nella corda di una rete da pesca che aveva inciso la carne.

Sorprendentemente, invece di deviare naturalmente, la manta ha continuato a nuotare verso di loro, abbastanza vicino al subacqueo Brian Thompson per scartare la corda spessa dal suo corpo. "Era la prima volta che vedevo una manta. C'era una profonda interazione tra lei e il subacqueo" ha detto Thomaz Monteiro, che ha assistito alla scena surreale, intervistato da G1 Globo. Dopo la rimozione della rete da pesca, la manta ha continuato a rimanere per 30 minuti circa tra i subacquei prima di nuotare al largo, scomparendo nelle profondità oscure. Il notevole incontro potrebbe essere durato solo pochi istanti, ma è sicuramente i sub non se lo dimenticheranno presto. "Sentivo così forte l'amore per lei e la felicità di sapere che era libera e poteva godere di nuovo la sua vita", ha detto Thompson.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400