Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La Telefonata

Carlo Sangalli a Maurizio Belpietro: "Renzi, basta tasse. Le famiglie sono esauste"

Ospite de La Telefonata di Maurizio Belpietro su Canale 5, è Carlo Sangalli. Il presidente di Confcommercio fa il punto sulla crisi che attanaglia l'Italia: "Le nostre famiglie - spiega al direttore di Libero - spendono oltre la metà del reddito per le spese obbligate, come casa, cibo, vestiti e medicinali. Quindi - prosegue - si riduce il reddito disponibile per gli altri consumi e bisogna aggiungere una tassazione che è oltre il 40%". E ancora, Sangalli sottolinea: "I servizi del commercio non possono stare in panchina se l'Italia vuole ripartire, rappresentaimo il 40% di Pil e occupazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vilampu

    03 Ottobre 2014 - 11:11

    state strangolando i piccoli commercianti,coi ricavi pagano solo le tasse e i fornitori ?c'è qualcono che comincia rimpiangere le B.R ..è una follia ! mi ci hanno portato loro..i sindacati..la legge 594..TREU va rimosso da Commissario INPS è fuso,basta aver visto la trasmissione le IENE per averne una prova.. qualcuno deve intervenire prima che SALVIN I infiammi le piazze...non è BOSSI ..VIKTOR

    Report

    Rispondi

  • renatoguzzo

    13 Settembre 2014 - 05:05

    Un detto recita...,si stava meglio ..quando si stava peggio

    Report

    Rispondi

  • renatoguzzo

    13 Settembre 2014 - 05:05

    Noi siamo l'Italia dell'asino di Pontarin. Pontarin era un contadino, aveva un asino. Lo aveva abituato a lavorare senza mangiare, ovviamente per risparmiare. Un giorno si reco' al mercato e tutti a chiedere:- ehi Pontarin il tuo asino come va? asino di un asino rispose il Pontarin , e' morto proprio quando si era abiuato a lavorare senza mangiare. Ecco come ci vede il governo delle tasse

    Report

    Rispondi

  • albettone

    12 Settembre 2014 - 15:03

    Alla dichiarazione di Sangalli io aggiungerei che il pallone della pazienza e' pieno e potrbbe anche scoppiare. C'e' da augurarsi solo che non succeda.

    Report

    Rispondi

    • highlander5649

      12 Settembre 2014 - 17:05

      perdonami la correzione: il pallone della pazienza non è che potrebbe* scoppiare è che *dovrebbe* scoppiare* e che invece si gonfia si gonfia di rabbia e di delusione ma nessuno ha il coraggio di farlo scoppiare. basta un minuscolo spillino e pufffff. se succedesse è un BENE non un male, stiamo sopportando troppo, ora basta!

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti