Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Il knock out epico

Mondiali, la Germania si pente del 7 a 1 e chiede scusa al Brasile

La Germania, dopo averne rifilati 7 al Brasile ed avergli "insegnato" a giocare a calcio, si pente. Due giorni dopo la goleada arrivano le scuse della nazionale tedesca. Insomma spietata, ma mai crudele. Dal ct Loew a Klose, da Muller a Bastian Schweinsteiger. Tutti chiedono perdono ai tifosi verdeoro per il "Mineirazo" e per "il dolore che provocherà questo risultato". "Non avrei mai immaginato che finisse con un punteggio del genere - ha dichiarato Schweinsteiger -. Abbiamo tentato di rispettare i brasiliani, calciatori e tifosi, continuando a giocare e a cercare la via della rete. A me la gente brasiliana piace molto, ho un affetto sincero per loro, e spero non se la prendano più di tanto".

Il dolore del presidente - Intanto la sconfitta ancora brucia nelle menti dei brasiliani e in quella del presidente Dilma Rousseff: "La sconfitta di ieri è stata un incubo, anche se i miei incubi non sono mai così brutti". Così alla Cnn all’indomani della pesante sconfitta in semifinale mondiale del Brasile contro la Germania. "Come tifosa, ovviamente, sono profondamente delusa perchè ho vissuto e condiviso la stessa delusione di tutti. Ma so che siamo un Paese che abbiamo la caratteristica di rialzarci ed affrontare le avversità. Il Brasile si riprenderà da questa situazione estremamente dolorosa" ha detto la presidente che ha rivendicato anche l’ottima organizzazione dell’evento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • zuma56

    11 Luglio 2014 - 12:12

    Tipico dei tedeschi, prima fanno sessanta milioni di morti e, poi, se la cavano chiedendo scusa. Non sono certo i sette goal al Brasile il problema di questo popolo di testè di . . . .

    Report

    Rispondi

  • direttoreemilio

    11 Luglio 2014 - 10:10

    Ma chi é sto scemo che dice ste cazzate , il fratello di sallusti o di belpietro.?

    Report

    Rispondi