Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La disperazione

Politico giapponese ruba i fondi pubblici poi si pente: il folle pianto in Parlamento

Sembrava una fontanella davanti ai giornalisti. A differenza del nostro Paese, in Giappone, rubare fondi pubblici è, a quanto pare, un grosso peccato per i colpevoli. N'è consapevole Ryutaro Nonomura, 47enne politico della provincia giapponese di Hyogo, che avrebbe speso 20 euro nei 195 viaggi fatti in un anno, senza mai presentare alcuna ricevuta. In conferenza stampa avrebbe detto in lacrime: ''Io voglio cambiare questo Giappone, voglio cambiare questa società''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • orfanodidestra

    04 Luglio 2014 - 06:06

    Non si e` pentito. Gli e stato contestato di avere presentato una nota spese viaggi gonfiata (i politici in Giappone, come da noi, hanno diritto al rimborso delle spese di trasporto, ma a differenza che da noi devono presentare la nota spese) per aver appunto usato, a suo dire, i treni per 195 volte in un anno. Lui piange perche` nega di aver truccato i conti.

    Report

    Rispondi