Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Palazzi

Trucco e beffa sul tetto agli stipendi di Camera e Senato

Camera e Senato hanno firmato un accordo riservato per mettere e allo stesso tempo aggirare con un trucco il tetto da 240 mila euro lordi omnicomprensivi che avev chiesto Matteo Renzi. Il premier però è stato beffato dalla stessa vicepresidente renziana della Camera Marina Sereni che con un tweet lo aveva tranquillizzato: metteremo quel tetto. Peccato però che oltre ai 240 mila euro andranno aggiunti i contributi previdenziali (70 mila euro quelli più alti) e perfino una indennità di funzione (60 mila euro quella più alta) che rendono una burla quei 240 mila euro base. Il taglietto agli stipendi di palazzo é per altro molto lento: avverrà in 4 anni gradualmente attraverso un contributo straordinario di solidarietà. Poi se i tempi migliorano si torna tutti a stipendio pieno. Con questo sistema lo stopendio del segretario generale della Camera passa il primo anno di "tetto" da 475 a 450 mila euro lordi. Altro che quota 240! Tutto fra gli applausi di Giorgio Napolitano che aveva suggerito a Camera e Senato di non esagerare perchè lui sul Colle non ha alcuna intenzione di mettere quel tetto massimo di 240 mila euro...

di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    21 Giugno 2014 - 08:08

    Che vogliamo fare gli Elementi del PD ed i nostre Alte cariche dello Stato vogliono loro vivere negli agi senza fregandosene della gente. Questo è quello che offre il nostro Paese però quello che ritengo sconcertante di come l'Italiano sappia così bene farsi inc..... senza lamentarsi. Compliments.

    Report

    Rispondi

  • maxgarbo

    20 Giugno 2014 - 11:11

    solita solfa, tanto paghiamo noi, fin che dura....

    Report

    Rispondi