Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

La rivincita

Osvaldo a Conte dopo il gol: "Non insultano più, senti..."

Dopo il danno anche la beffa. Quasi un incubo per i tifosi romanisti. Un incubo con nome e cognome: Daniel Pablo Osvaldo. Il danno è il gol al 94', proprio sullo scadere del recupero, con cui la Juve ha battuto la Roma. La beffa è l'esultanza senza freni, seguita dalla frase detta a Antonio Conte, intercettata dalle telecamere e che ha fatto infuriare i tifosi giallorossi: "Non insultano più, senti...". Al 74', minuto in cui Osvaldo entra in campo, erano arrivati i fischi del pubblico giallorosso per l'attaccante, ex Roma. La sua mezza stagione alla Juve non è stata esaltante. Molte panchine, pochi ingressi in campo e due soli reti in Europa League. Così il goal di ieri, domenica 11 maggio, si è trasformato in un urlo liberatorio e la gioia di Osvaldo è stata incontenibile. Così come quella di Conte. I due si abbracciano a lungo a fine partita. Il loro dialogo sulla strada degli spogliatoi è stato "rubato" dal microfono di una vicina telecamera e non è sfuggito agli utenti di Twitter. Il centravanti argentino, naturalizzato italiano, sembra dire al suo mister: "Non c'hanno più voglia manco di insultare, senti", riferendosi alla tifoseria della Roma.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400