Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Assalto al check point

Siria, ecco la pazzesca esplosione della bomba piazzata dai jihadisti nel tunnel

E' una delle bombe più grande fatta mai esplodere. L'esplosione avviene a Maarrat al-Numan in Siria occidentale. Almeno trenta soldati sono rimasti uccisi nell'esplosione che ha spazzato via il posto di blocco che stavano presidiando nella periferia della città. A riferirlo è stato l'Osservatorio Siriano per i Diriti Umani, organizzazione dell'opposizione in esilio con sede a Londra, secondo cui autori dell'attentato sono stati miliziani di due diversi gruppi insurrezionali jihadisti, il Fronte Islamico e il Consiglio degli Scudi della Rivoluzione. L'ordigno sarebbe stato collocato nel tunnel da una sessantina di ribelli.  Qusti hanno lavorato sotto terra per 50 giorni, scavando per crearsi il percorso lungo ben 200 metri, con l'obiettivo di arrivare fino alla base del posto di blocco preso di mira. Poi lo avevano imbottito con diverse tonnellate di esplosivo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • oldpeterjazz

    25 Agosto 2014 - 10:10

    Hai capito Papa Francesco ? E vai col dialogo e l'accoglienza... Non aggiungo altro perché verrei censurato.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    08 Maggio 2014 - 12:12

    Il sonoro è chiarissimo. Alla tremenda esplosione seguono le grida di esultanza dei terroristi: Allah Akbar, Allah Akbar. Un grido dal potere devastante, molto più della stessa esplosione. Questo è l'Islam.

    Report

    Rispondi