Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

L'abitacolo

Polillo a Bechis: "Allibito dall'attacco di Renzi ai tecnici"

"C'è da restare allibiti per la parole usate dal presidente del Consiglio Matteo Renzi nei confronti dei tecnici del servizio Bilancio del Senato. Quello è sempre stato uno strumento di garanzia, che in qualche modo ha cercato di evitare uno straripamento dei conti pubblici. Hanno fatto il loro mestiere, ed è gente che va trattata con il dovuto rispetto, anche perché è un mestiere ingrato quello che fanno". Lo sostiene l'ex sottosegretario tecnico al ministero dell'Economia, Gianfranco Polillo, che si è collegato telefonicamente con L'Abitacolo, la web trasmissione in onda su Liberoquotidiano.it. Spiega Polillo che "loro fanno dei rilievi tecnici, e il governo deve poi rispondere sul piano tecnico. La commissione bilancio poi valuta i loro rilievi, le risposte del governo, e decide. Non ha mai risposto il presidente del Consiglio con argomenti davvero senza senso". L'ex sottosegretario all'Economia si dice stupito delle parole del premier, perché "arrivati a questo punto se tu fai saltare tutti i presidi tecnici, diventa tutto pericoloso. Io sono allibito. Sono sempre più preoccupato di quel che potrà succedere, anche perchè se nel 2014 stai così, con delle coperture assolutamente traballanti e improbabili, pensa nel 2015 cosa può succedere. Noi saremmo tenuti alla regola che fa scendere la spesa, e avremmo dovuta farla scendere molto di più di quelle che sono le previsioni del Def. Non si fa scendere la spesa, e in più si aggiunge spesa senza copertura, perchè come riconosce onestamente la relazione tecnica del Def, anche lo sconto fiscale di 80 euro non sarà contabilizzato da Eurostat come diminuzione della pressione fiscale, ma come aumento di spesa, perché il bonus una tantum verrà considerato un trasferimento dello Stato alle famiglie".

di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400