Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

L'annuncio

Minzolini a Bechis dopo il voto: mi dimetterò da senatore

Ecco a pochi metri dal Senato Augusto Minzolini subito dopo il voto dell'aula di palazzo Madama che ha bocciato l'applicazione della legge Severino nei suoi confronti in seguito alla condanna passata in giudicato sull'utilizzo della carta di credito Rai e le note spese. Ovviamente è felice dell'esito della vicenda che fino a quel voto mai più si immaginava. Dice "ho raccontato la mia storia e alla fine li ho convinti". E' un fatto che a Minzolini è riuscito quel che Silvio Berlusconi aveva fallito: fare bocciare la Severino con l'appoggio di parte dello schieramento avversario (sembra abbiano votato per lui pure 19 Pd, renziani ma anche di minoranza). E' arrabbiato per le polemiche successive di alcuni esponenti del M5s: "non possono dire a me che resto incollato alla poltrona per avere la pensione. Per altro loro in Senato non hanno provato a fare cambiare il regolamento sulla previdenza dei senatori". Poi Minzo spiega perché la pensione non la prenderà: "come ho detto nel discorso, adesso scriverò una lettera per dimettermi da senatore, e lo farò tanto più dopo questo voto". Vuole tornare a fare il giornalista, che è il suo mestiere, e non se la prende con i cronista che lo intervista che proprio prima che lui prendesse la parola in aula gli aveva consigliato di mettere quella promessa di dimissioni indipendentemente dall'esito del voto: "è proprio quel che voglio fare". Meglio così: il mestiere per cui è nato è quello del giornalista... 

di Franco Bechis 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400