Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

L'abitacolo

Taxi, pompieri, ambulanti, ecco il partito della nazione. Contro il Pd

A forza di provarci e riprovarci, Matteo Renzi è riuscito a dare i natali al partito della Nazione. Solo che è nato alla rovescia: rappresenta una Nazione intera contro il Pd. Non c'è categoria sociale che non sia furiosa contro il partito i Renzi e i governi di cui è maggioranza. Con la riforma della scuola è riuscito a mettersi contro tutti nella scuola: insegnanti, presidi, bidelli e professori. Con la riforma del lavoro è riuscito ad unire occupati e disoccupati. Contro il Pd. Da qualche settimana ogni giorno a Roma sfila una categoria furiosa contro il governo e il suo partito di maggioranza. Prima i terremotati, cui era stato promesso molto e dato nemmeno il minimo necessario. Si sentono beffati dal governo in carica e da quello che li ha preceduti. Mentre davanti all'Unione europea ci si straccia le vesti e si dice che ci sono danni per 23 miliardi nella speranza che a Bruxelles impietositi chiudono un occhio sui disastri combinati nel bilancio pubblico, ai diretti interessati si è annunciato uno stanziamento di quasi un miliardo di euro, scoprendo poi che i fondi davvero stanziati ammontavano a 56 milioni. E i poveretti già abbandonati a se stessi in mezzo alla neve sono corsi a Roma due volte per urlare la loro rabbia.

Così anche i pompieri, che vengono elogiati come eroi del terremoto e poi lasciati in mutande senza attrezzature e con lavoro precario. Poi gli ambulanti, e ora i tassisti. Sono furiosi perché da anni si discute della liberalizzazione del loro settore, che a entrambi non va giù perché consente l'ingresso in campo anche di società per azioni multinazionali in grado di papparseli in un boccone. Sono ancora più inviperiti con il Pd per una aggravante: in autunno quelle categorie sono state incontrate da Renzi che assicurava che nulla sarebbe stato toccato. Poi all'improvviso, nelle ultime notti sono spuntati emendamenti del Pd che senza dibattito pubblico, senza discussione e con il governo che metteva la fiducia, fanno entrare in vigore le norme che quel partito aveva assicurato sarebbero rimaste congelate e prima discusse con le categorie. Ecco il Partito della Nazione contro il Pd. Che non le manda a dire, come si può qui sentire dalle parole non proprio concilianti dei tassisti che hanno spento il loro motore a Roma...

di Franco Bechis
@FrancoBechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400