Cerca

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Carta canta

Crac banche, Padoan accusa i risparmiatori. Ma dice il falso (e Bechis lo smaschera)

Il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan è tornato a difendere il comportamento del governo e ad assolvere quello del ministro Maria Elena Boschi parlando dello scandalo bancario in un collegamento a Radio Anch'io su Radio Rai martedì 15 dicembre 2015. Padoan però tira ancora una volta le orecchie ai risparmiatori, ripetendo quel che ha già detto il premier Matteo Renzi: "Dovevano stare attenti. Quei titoli davano interessi alti e quando ci sono interessi alti anche i rischi sono alti". E ancora una volta dice una falsità. Per dimostrarlo siamo andati a prendere i prospetti sintetici di emissione delle 4 obbligazioni subordinate di Banca Etruria ora azzerate dal decreto governativo e le abbiamo confrontate ciascuna con le caratteristiche di Btp della stessa durata (5 o 10 anni) messi in asta dal Tesoro in contemporanea a quelle obbligazioni. Bene, in un caso è più alto e quindi speculativo l'interesse offerto dal Tesoro, in due casi è praticamente identico e solo in un caso quello di Etruria offre poco meno di un punto di interesse più del Tesoro. Quindi tutto si può dire di quei risparmiatori meno che siano speculatori..

di Franco Bechis
@FrancoBechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    17 Dicembre 2015 - 18:06

    Bechisd smachera. Ohh ora o dove Bechis ha preso la maschera, finalmente ci è noto

    Report

    Rispondi

  • ernesto1943

    17 Dicembre 2015 - 14:02

    il Padoan è diventato un cagnolino addomesticato.che figura di m.....rda.

    Report

    Rispondi